© COPYRIGHT

In Italia, il © Copyright si associa al diritto morale incedibile che lega l’opera intellettuale, in questo caso opera fotografica, al suo autore ed è tutelato dalla legge sul diritto d’autore. Tutti i diritti, compresi i diritti morali e i diritti di utilizzazione economica delle opere fotografiche, salvo accordi precedenti diversi, vengono acquisiti automaticamente ed esclusivamente dall’autore al momento della loro creazione.

L’autore ha la facoltà di cedere i diritti di utilizzazione economica, parzialmente od interamente, per un periodo di tempo limitato o indefinitamente, in cambio di un compenso.

Citazione dell’autore

Inoltre, secondo la legge, ma anche per il semplice rispetto del valore apportato dall’autore nella creazione dell’opera fotografica, si chiede gentilmente in sede di pubblicazione della foto, di indicare l’autore dell’opera (nella forma che più aggrada, indicazione che sia normalmente individuabile, senza risultare invasiva; ad esempio didascalia, nota a piè di pagina, ecc).

FILES RAW ORIGINALI

I file RAW originali, essendo dei semilavorati incompleti, non vengono generalmente consegnati al cliente. Dal file RAW possono nascere diverse interpretazioni, comprese alcune che l’autore non avrebbe mai concepito e che potrebbero ledere il diritto morale esplicitamente previsto dalla legge sul diritto di autore. Per questo motivo, il fotografo consegna al cliente la sua personale interpretazione artistica del file RAW che risulta essere a tutti gli effetti l’originale dell’opera fotografica rispetto al RAW incompleto.
Il cliente ha comunque la possibilità, a seguito di un nuovo accordo ed il pagamento di una quota addizionale, di avere i file RAW.

LICENZE D’USO: PERSONALE, EDITORIALE & COMMERCIALE

In linea con la legge sul diritto d’autore, ad esempio per un servizio fotografico, le foto scattate che vengono consegnate alla fine del lavoro rimangono quindi dell’autore che ne detiene il Copyright assieme a tutti i diritti. Per questo motivo, parte del costo del servizio, non copre la fotografia, ma la licenza per il diritto di utilizzare tale fotografia per gli scopi indicati nell’accordo stipulato precedentemente.

Per fare un paragone, possiamo considerare la musica, espressione creativa coperta dalla stessa legge. Il costo di un brano musicale varia non solo a seconda dell’autore, ma anche e sopratutto dall’uso che vogliamo farne. Se vogliamo utilizzarlo per uso personale, dovremo pagare un costo relativamente contenuto, ma se vogliamo utilizzarlo come sigla per uno spot pubblicitario a livello nazionale, dovremo pagare un compenso proporzionato al potenziale guadagno che l’uso di quel brano ci aiuterà a realizzare.

Assieme ad alcuni parametri che vengono considerati per definire il suo costo:

  • Licenziatario (licensee): Soggetto/i a cui viene ceduta la licenza dal fotografo o soggetto licenziante (licensor). La licenza non è cedibile a terzi se non previsto anticipatamente.

  • Supporto: Digitale, stampa, oggettistica, altro (valutando a seconda del tipo, caratteristiche come la dimensione del contenuto, il tipo di stampa, il livello nella gerarchia web, la tiratura di stampa, ecc.)

  • Regione: A livello globale, nazionale o locale

  • Durata: A tempo indeterminato o limitata ad esempio per 6 mesi, 1 anno, limitata alla singola pubblicazione su una rivista, ecc.

  • Industria: Alimentare, trasporti, IT, costruzioni, ecc.

  • Esclusività: Esclusivo, Esclusivo per industria, per uso o per regione oppure Non esclusivo (ad es. nel caso in cui il cliente voglia essere l’unico ad usufruire della licenza; i concorrenti dello stesso settore, non potranno così acquistare una licenza per utilizzare la stessa foto).

Le licenze d’uso sono principalmente tre:

 

Personale

Generalmente, si concede una licenza a tempo indeterminato, a livello mondiale, per un numero illimitato di utilizzi, su qualsiasi supporto, non esclusiva, non cedibile a terzi, si vietano gli utilizzi commerciali ed editoriali.

Commerciale

Si riferisce all’utilizzo delle foto per promuovere un servizio, prodotto o idea; anche per ridurre il costo, generalmente si usa limitare ogni parametro alle specifiche necessità del cliente.

 
 

Editoriale

Si applica per utilizzi educativi o giornalistici, come per l’uso commerciale, generalmente si usa limitare ogni parametro.

 

Per Ritratti professionali o progetti commerciali di portata limitata, si offrono generalmente opzioni progressive di pacchetti comprese degli utilizzi più frequenti. Ad es. l’opzione base potrebbe includere l’uso per internet, social, cartoline e brossure.

Per spiegare la differenza tra commerciale ed editoriale, valutiamo ad esempio il caso in cui un professionista commissioni un servizio fotografico per scattare il proprio ritratto ambientato. Il professionista stesso potrà acquistare la licenza d’uso commerciale non esclusiva per promuovere la propria attività via web e social, mentre il giornale locale potrà acquistare dal fotografo la licenza d’uso editoriale della stessa foto già realizzata per accompagnare un articolo riguardante l’apertura della nuova attività in città.

La licenza quindi, non dipende dal lavoro svolto, dal genere fotografico o dalla fotografia stessa, ma dall’utilizzo che il committente vuole fare della fotografia in questione.

Limiti

Da notare che ogni uso addizionale, diverso da quanto concordato preventivamente, compresa la cessione a terzi dei diritti o l’utilizzo di una foto dopo la scadenza della durata prestabilita per la licenza, è vietato, ma può essere concesso a seguito di un nuovo accordo scritto ed il pagamento di una quota addizionale.

Note: Diritto d’autore: legge 633 del 22 aprile 1941, modificata successivamente dal DPR 19/79, dal D.lgs. 154/97 e dalla legge 248/2000