Studio portrait session, Kendo

20180311_kendo_00790.jpg

In questa giornata di pioggia incessante organizzo, all'ultimo momento, una sessione in studio un po' diversa dal solito con un amico. Praticante di Kendo, gli chiedo qualche scatto in uniforme completa. Era da un po' di tempo che avevo in mente questo shooting e sapevo già che volevo puntare ad un tono low key, in modo da avvolgere la sua figura nell'alone di mistero e fascino che, secondo me, possiedono le arti marziali.
Da qui, partendo da una luce primaria laterale dx e un fill sx, un po' di sperimentazione e un po' di pazienza (soprattutto del mio amico), hanno dato i loro frutti. Nella maggior parte delle foto, ho posizionato la luce principale in modo che non illuminasse il volto, in altri casi ho cercato di evidenziare i dettagli dell'uniforme stando attento a non introdurre spiacevoli riflessi sul "Do". Quattro ore di tempo sembrano molte, ma tra una foto e l'altra, finiscono in fretta, lasciando diverse idee per una eventuale prossima volta :-)

 
 Kendoka uniform (Ho preferito usare il Bokken al posto dello Shinai)

Kendoka uniform (Ho preferito usare il Bokken al posto dello Shinai)

 

Usare Capture One Pro per scattare tethered è sempre un piacere e per quanto riguarda la post-produzione, a differenza di altre sessioni passate, ho deciso di non usare Photoshop e limitarmi a regolare qualche parametro in  Capture One Pro; le foto erano già bellissime "out of camera", ho solo enfatizzato leggermente il tono low-key ed evidenziato la trama dei materiali.

Pomeriggio interessante e risultato molto soddisfacente :-) Ecco a voi le mie foto preferite: